“L’isola dei graziati”, dalla penna di Anna Maria Funari, un thriller avvincente

Un thriller avvincente. Un giornalista alla ricerca di una scomoda e torbida verità sull’isola dei graziati,  che può costargli la vita

Dall’autrice di Ascoltando il cuore, raccolta di racconti che ha riscosso un buon successo presso i lettori, la storia mozzafiato e avvincente di Brian McGray, un giornalista atipico, quasi un professionista da Premio Pulitzer, innamorato del suo lavoro e con un forte senso della giustizia e del rispetto delle regole. La sua vita non è costellata da troppi successi, in particolare dopo il divorzio dalla moglie; un’esecuzione dai risvolti controversi rappresenta per lui la grande occasione per tornare a essere un reporter di grido. Qualcosa gli impedisce tuttavia di scrivere l’articolo, spingendolo ad allontanarsi con la sua barca e perdersi nel blu del mare, forse alla ricerca di una pace interiore incrinata dal profondo malessere causato dall’incarico. Durante questo viaggio, il giornalista incontrerà qualcuno che rievocherà situazioni già viste e vissute e riceverà un dono che segnerà l’inizio di una pericolosa avventura in cui la sorte si divertirà a mischiare le carte di un gioco mortale.

Brian non vide più nessun altro al di fuori del condannato, il suo pensiero si perse dietro a mille considerazioni, a mille interrogativi mentre ancora una volta lo assalì quel vago senso di inquietudine che lo prendeva alla gola e al cuore. L’entrata in scena del medico lo ricondusse brutalmente alla realtà.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*